Tumblr Mouse Cursors
~∆le. >

L’estate è strana…per una miriade di casualità ti ritrovi a conoscere nuove persone.
Ancora più strana è la velocità con le quali ti leghi ad esse. Persone che non conoscevi fino a poco tempo fa ti sembra di conoscerle da una vita, un gruppo già formato nel quale ti integri perfettamente, zittendo tutti i pregiudizi tra regioni del Nord e del Sud di questa decadente Italia. Queste stesse persone con le quali hai condiviso gran parte delle tue giornate per 2 settimane probabilmente non le rivedrai più Le vostre strade si divideranno e ognuno tornerà nelle proprie città, molto distanti, e alle proprie vite, ancora più distanti. Rimangono le emozioni, le sensazioni, intrappolate in foto e video, quelle resteranno per sempre, quando vorrai potrai andare a rivederle…a quel punto penserai che magari bisognava fare di più per superare la lontananza, la difficoltà di rincontrarsi. Oppure potrai ridere vedendole di nuovo, magari insieme agli altri protagonisti di quei video e quelle foto, magari a Torino, in piazza Castello a riparo dal freddo.

Mi sento nudo e strano da un paio di giorni.
Se mi avessero offerto una barca di soldi per quel codino, un stupidissimo codino, per gli altri, non avrei accettato. No, perché per me era di più. Di più di tutto, fa male non poter tornare indietro per mettere le cose apposto, fa male non poter fare niente, fa male chiederti inutilmente scusa e sentirmi dire un “non fa niente” pieno di lacrime, fa male essere così, e averlo perso perché sono così. Questo post è per te amoremio, gli altri non voglio che lo leggano, questo è solo un mio sfogo per farti capire quello che già sai. Gli oggetti in sé e per sè non hanno significato, ognuno di noi ne attribuisce uno in base alle emozioni che esso gli suscita. Quel codino mi faceva ricordare tutto, NOI, e per me era tutto, ma tutte le emozioni sono ancora nella mia mente e giuro che non scompariranno anche se il codino non c’è più. Per 1 anno, 2 mesi e 15 giorni solo una cosa ho avuto sempre fissa attaccata alla pelle ed era quel codino. Da oggi in poi le emozioni le raccolgo meglio nel cuore, quello non lo perdo, sicuro.